Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2019

Gluten free, grano antico e moderno: tra intuizione pubblicitaria e realtà del glutine

Immagine
Molto accesa e combattuta è oggi la questione del glutine: diversi VIP si cimentano in strategie nutrizionali (senza nessun tipo di conoscenze scientifiche, tra l’altro) a dir poco curiose... E l’ultima moda Hollywoodiana sembra essere proprio la dieta gluten free ovvero “libera” dal glutine…. Mentre in Italia (e in Europa) sta spopolando l’uso dei grani antichi perché ritenuti “superiori” a quelli moderni. Dati tutti i dubbi per la totale carenza di risvolto scientifico, andiamo ad analizzare il perché una dieta gluten free oppure una dieta con grani “antichi” nella realtà scientifica dei fatti non porta a nessun tipo di giovamento in pazienti sani (chiaro che in caso di celiachia la dieta senza glutine è d’obbligo!)
Gluten free o grano antico: il mito del glutine tossicoMolto spesso si sente dire dai media che il glutine è responsabile di una serie di condizioni non utili per la salute umana anche se non sono citate le fonti mediche che attestino al glutine questa sua valenza negativa…

Il fritto: frequenza e abbinamento per l’effetto positivo fisiologico.

Immagine
Le fritture, per anni demonizzate, sono oggi oggetto di un nuovo dibattito scientifico per il loro effetto positivo nelle diverse condizioni fisio-patologiche. Per la loro variabilità (pensate a tutte le ricette di frittura esistenti in Italia) e per il loro effetto positivo in diverse condizioni organiche, sono sicuramente uno dei migliori mezzi attraverso il quale si possono raggiungere diversi obbiettivi in campo nutrizionale. E d’altro canto rendono un piano nutrizionale molto più “attraente” e appetibile che permettono anche al paziente di “non mollare” il regime dietetico...  D’altronde godere non è peccato, come diceva un vecchio proverbio “un santo triste è un diavolo!”.
Per quanto rigurda l’aspetto scientifico, uno studio dell’Università di Roma del Sacro Cuore ha mostrato come in donne obese insulino-resistenti l’effetto positivo sulla risposta insulinemica dopo il pasto è nettamente migliore nei pazienti a cui è stato somminstrato un pasto con alimenti fritti rispetto al gruppo…

Spaghetti alle Vongole - Effetto Organico

Immagine
Veloce e facile nella preparazione, a volte amato anche dai bambini, gli spaghetti alle vongole sono una delle ricette tipiche nelle regioni del Sud Italia (vedi Napoli). Sono indicatissime in dieta dimagrante in quanto uniscono allo stimolo tiroideo (dovuto a una buona presenza di proteine) anche l’attivazione epatica per via del soffritto. Per l’apporto di calcio sono da consigliare anche in caso di fratture ossee o in menopausa. Questo piatto è indicato anche in quelle condizioni dove un’integrazione di minerali è richiesta come negli sport o attività lavorative impegnative soprattutto se svolte in climi caldi se alla prepazione di aggiunge qualche pachino.  La presenza di sodio le renderà indispensabili per la normale fisiologia delle cellule nervose: l’impulso nervoso è di natura elettrochimica e il sodio gioca un ruolo importante in questo contesto.
Indicata per: ipocolesterolemia, sport, diabete, accrescimento, disturbi della normale fisiologia del sistema nervoso, rachitismo, ipoti…

Pasta alla Carbonara - Effetto Organico

Immagine
Di grande apporto energetico e nutrizionale, la pasta alla carbonara sarà controindicata per chi soffre di disturbi sulla funzionalità epato-biliare come la colelitiasi (calcoli nella colecisti). Per il contenuto di glutine e delle proteine dell’uovo e del formaggio, questa preparazione sarà indicata in pazienti cachettici (con riduzione di tessuto adiposo e muscolo scheletrico) o in sportivi che necessitano di pasti ipercalorici. Per il notevole carico lipidico e proteico e per lo stimolo irritativo sul fegato data la presenza di grasso di maiale e pepe nero, questa ricetta è molto utile nei pazienti diabetici (se si esclude il formaggio) o con ipocolesterolemia. Da consigliare in caso di disturbi sulla maturazione sessuale e nei bambini in accrescimento. La credenza che il grasso abbia un effetto negativo assoluto sullo stato di salute è del tutto sbagliata.  L’effetto negativo è rivolto soprattutto per alcune condizioni come le patologie (o condizioni) del fegato e delle vie biliari. Com…