Il ruolo dei grassi nell’alimentazione sportiva: come nutrire i muscoli prima di un'attività fisica.



 
l'oro del mediterraneo

Se si parla di alimentazione sportiva è bene sempre stare molto attenti a quel che si fa: per evitare problemi è importante sapere come nutrire i muscoli prima di una attività fisica in sportivi non professionisti. Ad esempio l’uso di grassi ‘buoni’ è fondamentale per regolare la glicemia e rifornirsi di energia soprattutto negli sport endurance come la corsa, la bici, il nuoto e le attività miste come il Triathlon. Andiamo a capire quali sono le fondamenta dell’alimentazione per chi fa sport.


Come preparare i muscoli prima dello sport: focus sui grassi.
Molto e troppo spesso si parla di nutrizione sportiva (e non) ormai ovunque: anche nel bar sotto casa c’è l’esperto di turno che si prodiga alla pari dei venditori ambulanti a fornire consigli nutrizionali per quel tipo di sport o ancor peggio di patologia.
La nutrizione è una scienza specialistica, complessa, contorta e spesso paradossale che fa riflettere e insegna tutti i giorni anche agli specialisti che la praticano costantemente da diversi anni.
Quindi, lasciando perdere le improvvisazioni, ecco alcuni consigli su come preparare e nutrire un muscolo prima di un’attività fisica.


1. Usa i grassi buoni
La prima regola e la più importante è quella di usare una buona quantità di grassi buoni (direi anche abbondante). 
Questo per diversi motivi:

a) i grassi sono importantissimi per regolare la glicemia (lo zucchero che viaggia nel sangue) ed evitare le fastidiose ipoglicemie, con conseguenti crampi muscolari (per buona pace del potassio, attore non protagonista in questa vicenda) 

b) i grassi forniscono un’energia costante utile soprattutto per gli sport di lunga durata

c) negli sport di endurance, in piccole dosi, anche durante l’attività muscolare possono essere degli ottimi alleati


2. Dove prendere i grassi “buoni”?
I grassi utili per l'attività sportiva sono:

a) l’olio extravergine di oliva soprattutto se usato per le fritture oppure i soffritti: queste modalità di cottura sono da stimolo del fegato e tale organo secondo le medicine orientali è quello che fornisce energia all’organismo e nutre i muscoli

b) tutta le frutta secca in generale (tranne le arachidi) è utilissima per evitare le ipoglicemie che tanto danno fastidio al muscolo sotto lavoro

c) i formaggi per chi non è in sovrappeso oppure non presenta calcoli biliari: il parmigiano reggiano unito al miele rappresentano un’ottima forma di energia ma anche fornisce sali utili in sport praticati in climi torridi

d) il burro (magari con del miele) rappresenta un ottimo alimento molto utile negli sport di durata. Nel paziente con predisposizione diabetica o francamente diabetico lo consiglieri con del sale.

N.B. il grasso ha tempi di digestione più lunghi rispetto a quelli dei carboidrati, quindi dovrebbe essere consumato almeno 1,5 ore prima in quantità non eccessive. Fa eccezione la frittura in olio extravergine di oliva che consiglio di consumarla la sera prima del giorno di allenamento



Commenti

Post popolari in questo blog

Filetti di branzino in padella - Effetto Organico

Pasta (Pennette) all'Arrabbiata - Effetto Organico

Spaghetti alle Vongole - Effetto Organico